Giuseppe Pirazzoli

 

Musicista, direttore d'orchestra e arrangiatore

Inizia molto presto il suo sodalizio con la musica… a quattro anni il primo regalo: una fisarmonica diventa il suo gioco preferito, con un'attitudine innata alla note ed al suono, che lo hanno condotto verso studi di chitarra e pianoforte, all'Accademia della Musica di Milano e Varese.
Nel 1963 già suona la chitarra da professionista nei locali milanesi ed inizia la sua collaborazione con le prime sale di incisione.

Nel 1964, a soli quindici anni, periodo in cui collabora già con Milva ed Antoine, continua la sua attività di chitarrista girando l'Italia con una piccola orchestra e suonando nei i più importanti locali da ballo dell'epoca. Realizza inoltre, per la RAI RADIO, una serie di musiche inedite per programmi di varietà ed intrattenimento.
Nel 1968 inizia la sua attività di collaborazione come musicista e chitarrista del gruppo I Ragazzi della via Gluck: la famosa band che accompagna Adriano Celentano. Con il Clan partecipa a tutte le sue tourneé, da Sanremo 1970 (dove vinse Celentano con "Chi non lavora non fa l'amore") ai vari Cantagiro,
ed in quegli anni compone anche le musiche di tanti successi del grande artista.

Nel 1972, parte la sua carriera di arrangiatore, oltre a quella di discografico fondando, con Gino Paoli, la Bach Studio e, sempre per Paoli, realizza cinque LP ("I semafori rossi non sono Dio - Amare Per Vivere - Il Mio Mestiere – La Ragazza Senza Nome – Ciao, Salutime Un Po' Zena").

Dai primi anni settanta prosegue con successo la sua carriera come arrangiatore
e produttore musicale collaborando con altri numerosi ed importanti artisti, fra questi:
Adriano Celentano, Domenico Modugno, Nino Manfredi, Renato Zero, Mia Martini,
Donatella Rettore, Toto Cutugno, I Camaleonti, Peppino Di Capri, Fausto Leali,
Iva Zanicchi, Ricchi e Poveri, Albano e Romina, Loretta Goggi, I Pooh,
Mino Reitano, Mariella Nava, Umberto Tozzi, Franco Simone, Fiordaliso,
Luca Barbarossa, Luis Miguel, Wess, Plastic Bertrand, Mario Castelnuovo,
Little Tony, Bobby Solo, Amedeo Minghi, Claudia Mori, Christian,
Umberto Balsamo, Sammy Barbot, Barbara Boncompagni, Franco Fasano,
Cristiano Malgioglio, Tiziana Rivale, Pino D'Angiò, Leano Morelli, Santino Rocchetti,
Rocky Roberts, Maurizio Arceri, Jocelyn, Rosanna Fratello, Johnny Sax,
Leopoldo Mastelloni, Homo Sapiens, Umberto Napolitano, Amanda Lear, I Panda, La strana Società
e tanti altri interpreti del panorama musicale nazionale ed internazionale.

Compone dai primi anni ottanta, anche le musiche per alcune pellicole
cinematografiche, fa le quali: "Bingo Bongo" (1983) e "Joan Lui" (1984) dirette entrambe ed interpretate da Adriano Celentano, con il quale continua la collaborazione artistica e discografica fino alla fine degli anni ottanta.
Collabora con Pino Donaggio per diverse produzioni cinematografiche per la realizzazione delle colonne sonore.
Realizza e compone le musica per una serie televisiva di Don Tonino per Canale 5.

Altri films particolari come "Si Ringrazia la Puglia Per Averci Fornito I Milanesi", Mack-P100 con Rosita Celentano, Ciccia Bomba con Donatella Rettore.

Realizza una indovinata serie di Cartoon per bambini - "GiPi e DoppiaW"- ideata dallo scrittore Walter Koster.
E' dal 1990 che il palcoscenico dell'Ariston vede la sua partecipazione a numerose edizioni del Festival di Sanremo, nel 1991, come direttore musicale del Festival, mentre dal 1992 al 1995 è sempre presente accompagnando diversi artisti come direttore d'orchestra e arrangiatore.

Sempre negli anni 80/90 ha ideato e realizzato numerose sigle per programmi televisivi di successo. è dalla fine degli anni ottanta che, per la Rai, ha proseguito l'attività di direttore d'orchestra in numerose trasmissioni importanti e di successo: Fantastico 8 con Celentano, I Cervelloni, Il Gioco dell'oca (seguendo anche le edizioni spagnole), La Noche de los castillos, Se Io Fossi Sherlock Holmes, Vita da Cani, Il grande gioco del Mercante in Fiera, Domenica In, Stasera mi butto, Su le mani, Va' ora in Onda Cocco di mamma, quattro edizioni di Miss Italia nel Mondo. Dalla prima edizione del 2003 è stato direttore d'orchestra con Carlo Conti per I Raccomandati, fino all'edizione del 2010. Nel 2004 è anche direttore musicale e coach per il primo reality-musicale: Music Farm.

Ancora nel 2004 e per alcuni anni, dirige diverse edizioni di Canzonissime, con la conduzione di Carlo Conti e ancora con lui, nel 2010 segue la direzione musicale per Aria fresca. Nel 2008 compone e realizza tutta la parte musicale per il programma estivo di Rai1 Reazione a catena ancora in programmazione a tutt'oggi. Nel 2011 è direttore d'orchestra nel nuovo programma di Carlo Conti Lasciatemi Cantare.

Sempre per Rai1 e sempre con la conduzione di Conti, in prima serata, fin dalla prima edizione del 2008 e fino all'ultima edizione della primavera 2013, è il direttore d'orchestra del programma di successo I Migliori Anni.
Ma il successo aumenta e arriva il nuovo programma Tale e Quale Show con la direzione artistica ancora di Conti e la regia di Pagnussat che, fin dalla prima edizione della primavera 2012, è la grande novità della prima serata di Rai1, momento che raccoglie in sole quattro puntate il favore del grande pubblico.

Nella terza serie dell'autunno 2013 (che vede un vero record di ascolti con oltre sette milioni di spettatori), come nelle precedenti edizioni, è il direttore musicale del programma e (come dice Carlo Conti), dirige "un'orchestra invisibile", arrangiando e realizzando tutte le basi musicali del programma ovviamente senza musicisti in video.
Ha diretto e arrangiato anche tutte le musiche per le ultime tre edizioni (2011-2012-2013) della trasmissione/kermesse che festeggia la fine dell'anno con Rai1: L'anno che verrà con un successo che ha visto uno share sempre oltre il 35 %.

A gennaio 2014 è scelto come direttore d'orchestra per le tre puntate del grande show di Massimo Ranieri Sogno e son desto.
E il 2014 prosegue con la sua presenza come direzione e realizzazione musicale del nuovo programma di Rai1 La Pista con la conduzione di Flavio Insinna. Nel mese di aprile Carlo Conti lo vuole ancora accanto a sé nella sperimentazione del nuovo programma Si può fare.
Da settembre di quest'anno è ripresa la trasmissione che ha avuto anche per l'importante premio degli Oscar tv Tale & Quale Show ancora come realizzatore musicale e direttore dell'ormai famosa "orchestra invisibile".